News & Eventi

Kleine Berlin, complesso di gallerie antiaeree

La visita del complesso "Kleine Berlin" avviene attraverso l’ingresso riservato ai soldati tedeschi (IV ingresso).

Dopo aver percorso il primo tratto di galleria si giunge ad un incrocio; proseguendo diritti si arriva da una stanza dove era stato predisposto il basamento per un generatore; prima di entrare nella stanza, sulla destra, un breve cunicolo conduce a una porta. Superatala si percorre una galleria, in lieve discesa, che porta all’ex-ingresso principale del ricovero tedesco.

Proseguendo lungo la galleria si gira a sinistra, per un breve tratto, per poi svoltare a destra fino ad imbattersi nello sbarramento che ostruisce l’accesso ai sotterranei del Palazzo di Giustizia. Questo ultimo tratto di galleria non viene quasi mai percorso dalle comitive, durante le visite, perché è invaso dall’acqua. Ritornati al punto si prosegue lungo il corridoio di sinistra sino ad intercettare la galleria principale dalla quale si dipartono ben 11 diramazioni laterali.

Quelle sul lato destro hanno tutte una lunghezza di circa 26 metri mentre quelle sul lato sinistro variano da una lunghezza che va dai 12 ai 25 metri ad esclusione di quella adibita ai servizi igienici, più corta, che misura 10 metri. Tra queste gallerie ce n’è una che presenta sulla volta un pozzo che, all’epoca, era munito di una scala a chiocciola. Questa serviva al generale Globocnik per recarsi dalla sua abitazione di villa Ara in Tribunale. Al termine della lunga galleria "tedesca" una porta immette nel ricovero antiaereo comunale che è costituito da una galleria lunga circa 250 metri, realizzata dalla ditta Emilio Colombo per conto del Comune di Trieste.

Qui possiamo facilmente comprendere come la natura stia lentamente, ma inesorabilmente, riprendendo il possesso dell’ipogeo. Agli occhi del visitatore si presenta un ambiente riccamente invaso da stalattiti, stalagmiti e vaschette di concrezione nelle quali scorre perennemente un velo d’acqua. Il fenomeno, fortemente ridotto nella parte tedesca, si deve al fatto che l’ultimo tratto della galleria italiana non è mai stato cementato. Il risultato, per fortuna, è quanto mai gradevole e l’impressione che si ricava è quella di trovarsi in una grotta naturale carsica e non in un ipogeo artificiale e, per di più, in pieno centro cittadino.

Hotel Lombardia SAS
Piazza della Repubblica 21
Monfalcone (GO)

Tel. +39 0481.411.275
Fax +39 0481.411.709
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.